Premiate le azioni finaliste italiane della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2021

Mercoledì 30 marzo 2022 si è tenuta, presso l'Auditorium del Ministero della Transizione Ecologica, la cerimonia nazionale di premiazione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) 2021.

La cerimonia è stata presentata da AICA (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale), con la moderazione di Debora Paolini e Ivana Ristovska, con l’obiettivo di dare voce alle azioni finaliste della tredicesima edizione della SERR, selezionate dal Comitato Promotore Nazionale di cui AICA cura la segreteria.
Il Ministero della Transizione Ecologica, padrone di casa dell’evento e membro del Comitato a sostegno dell’organizzazione della SERR, ha portato i saluti del Sottosegretario, l’On. Vannia Gava, nell’intervento dell’Ing. Pierluigi Altomare di cui riportiamo un breve estratto:


«Come cittadino, faccio una considerazione: in Italia, abbiamo un atteggiamento un po’ negativo nei nostri confronti. Ci riteniamo meno capaci di quello che siamo, ma i numeri parlano chiaro: l’impegno nella riduzione dei rifiuti, nel riuso e nel riciclo è competitivo e virtuoso a livello europeo».



A seguire, Emanuela Rosio (Presidente del Consiglio Direttivo di AICA) ha presentato lo spirito della campagna, che da tredici anni svolge un ruolo importante nel panorama della comunicazione ambientale, e ha ringraziato tutti gli enti a supporto della sua organizzazione, riuniti nel Comitato Promotore Nazionale, e dei partner del progetto: CONAI e i Consorzi di filiera del sistema consortile.

Le azioni finaliste e le vincitrici per le singole categorie sono state:

  • categoria imprese (introdotta da Bernardo Piccioli, Utilitalia): TENRA S.p.A., NaturaSì e Decathlon. NaturaSì si è aggiudicata il premio di vincitrice con la sua azione SiamoCosìPerNatura, volta alla riduzione dello spreco alimentare e degli imballaggi, e caratterizzata da una forte capillarità e progettualità dell’iniziativa in tutta Italia;
  • categoria cittadini/e (con i saluti a distanza di Riccardo Varone, Presidente ANCI Lazio): Diana Dalle Molle (Go Diaper Free Italia), Rossana Gennaro (MessinAttiva) e Letizia Palmisano (Chiacchiere da bar). Quest’ultima, per il secondo anno consecutivo, si è aggiudicata il premio con un’iniziativa di condivisione letteraria presso il Ragusa Caffè di Roma;
  • categoria degli istituti scolastici (presentata da Antonella Cassisi, Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO): IISS V. Ignazio Capizzi di Bronte (Catania), Liceo Statale Lombardo Radice (Catania), e Scuola Primaria Renato Natoli di Livorno.  L’azione vincitrice è stata quella dell’Istituto Capizzi: Fabbrica del riuso, il Fab Lab a scuola!
  • categoria delle associazioni (presentata da Marco Mancini, Legambiente): Cleanap, o2italia con Slow Food Sicilia e APS Colibrì Onlus. Quest’ultima è stata decretata vincitrice con il progetto di recupero di macchinari elettromedicali, destinati agli ospedali in Senegal.
  • categoria pubbliche amministrazioni (introdotta da Chiara Sarri e Giulia Pagella, Città Metropolitana di Torino): Comune di Parma, Università di Pavia, Comune di Monte San Giovanni Campano. Il riconoscimento è stato vinto dall’Università di Pavia e dall’OSA (Office for Sustainable Actions) con l’azione SERRiously Sustainable, che ha visti coinvolti gli studenti e le studentesse dell’Università in un curato programma dedicato alla prevenzione della produzione di rifiuti.

Infine, Stefano Monticelli (Federconsumatori Lazio) ha presentato una menzione speciale: con il progetto Il pallet sociale, ECO.LAN S.p.A. ha ottenuto uno speciale riconoscimento, premiato da Ivan Illomei del CONAI, Consorzio Nazionale Imballaggi, che quest’anno compie venticinque anni di attività.

Da più di dieci annni la SERR è una campagna che coinvolge ogni categoria: ogni attore della società è infatti chiamato ad avere un ruolo nella promozione di un’economia circolare. Durante la cerimonia è inoltre stato lanciato ufficialmente il focus tematico della edizione 2022, che sarà incentrata sui “Rifiuti tessili”, tema quantomai attuale nel panorama del riciclo.

Data